Administrator

Administrator

Dal 13 al 15 aprile presso la Galleria Mario Moderni in mostra i vincitori delle borse di studio per un valore complessivo di 10.000 €

Venerdì, 16 Febbraio 2018 23:50

Master in Teatro Sociale

Il corso di Master è volto a sviluppare una concreta professionalità nel campo del teatro sociale inteso come strumento di mediazione e integrazione di persone e gruppi nelle aree di disagio sociale nei contesti pedagogici, di formazione e sostegno nei processi terapeutici.

Il Master si propone di realizzare un percorso formativo professionalizzante finalizzato a formare una figura che sappia leggere le dinamiche della mediazione teatrale e le sappia tradurre in un processo di apprendimento e cambiamento individuale e/o di gruppo, capace di progettare e programmare interventi rivolti a specifiche aree del disagio sociale e di lavorare in équipe multidisciplinare. Il corso vuole fornire specifiche metodologie di conduzione e gestione delle dinamiche relazionali attraverso la mediazione performativa; strumenti e competenze per la valutazione degli esiti dell’intervento; competenze artistiche e teatrali nei linguaggi performativi.

Per lo svolgimento dei corsi e per l’organizzazione delle attività formative, il Master si avvale delle competenze didattiche e scientifiche presenti nell’Università Sapienza, di esperti e operatori di provata e documentata esperienza che svolgono la loro attività in strutture di ricerca pubbliche e private. In considerazione della sua vocazione professionalizzante il Master si avvale, inoltre, di un essenziale apporto dei professionisti dei diversi settori che concorrono alla progettazione di interventi del teatro sociale nei contesti della scuola, del disagio sociale e psichico, nelle carceri, negli ospedali ecc.

Il corso prevede una serie di lezioni frontali, laboratori pratici, laboratori di regia, recitazione e drammaturgia; conferenze di artisti e esperti di settori italiani e stranieri; stage e seminari e, a conclusione, anche un periodo di tirocinio nelle principali realtà operative del teatro sociale e terapeutico.

Il Master di I livello ha la durata di un anno e l’accesso è consentito, previa partecipazione al bando di selezione, solo a chi ha già conseguito una laurea triennale o titolo equipollente. Le lezioni si svolgono tre giorni a settimana (in lingua italiana). Assegna 60 crediti formativi universitari.

La quota d’iscrizione è di € 3.500.
La domanda di partecipazione va presentata entro il 6 marzo 2018.
La selezione dei partecipanti si svolgerà il 7 marzo 2018, alle ore 9.30.

download pdf

L’obiettivo del Master è formare figure di alto profilo di specializzazione nell’ambito della produzione, organizzazione e management dello spettacolo dal vivo, con particolare riferimento alle istituzioni e alle imprese teatrali, di danza, musica, opera e festival, a livello nazionale e internazionale.

Accanto alle lezioni frontali, il Master prevede un’intensa attività di testimonianze, conferenze e laboratori pratici con il supporto di qualificati professionisti operanti nel settore, anche per mezzo di simulazione di attività concrete. L’attività di stage in istituzioni e imprese convenzionate consentirà agli studenti di costruire un qualificato network professionale.

Il Master di I livello ha la durata di un anno e l’accesso è consentito, previa partecipazione al bando di selezione, solo a chi ha già conseguito una laurea triennale o titolo equipollente.
Le lezioni si svolgono tre giorni a settimana (in lingua italiana).

Assegna 60 crediti formativi universitari.

La quota d’iscrizione è di € 3.800.
La domanda di partecipazione va presentata entro il 6 marzo 2018.
La selezione dei partecipanti si svolgerà il 7 marzo 2018, alle ore 9.30.

download pdf

Giovedì, 11 Gennaio 2018 14:23

I vincitori di MArteLive 2017

Ad un mese esatto dalla sua conclusione della sedicesima edizione di MArteLive all’interno della BIennaleMArteLive on line primi classificati dei contest delle 16 sezioni artistiche selezionati su oltre 1300 iscritti in due anni.
“Siamo molto soddisfatti del livello artistico dei finalisti di questa edizione. Tutti gli artisti in gara, selezionati in ogni parte d’Italia, hanno dimostrato grande talento e professionalità e dopo tanti anni siamo felici di constatare come ci sia ancora grande fermento e voglia di mettersi in gioco confrontandosi attraverso lo strumento del contest. - – ha dichiarato Giuseppe Casa, ideatore e motore della manifestazione.
Da oggi è on line sul sito www.martelive.it l’elenco completo dei primi classificati e vincitori per ogni sezione artistica di MArteLive mentre nei prossimi giorni saranno annunciati i vincitori di tutti i premi e le menzioni speciali offerti dai partner.  
Da lunedi 15 gennaio saranno on line i nuovi bandi di concorso per l’edizione 2019 e per il primo mese l’iscrizione sarà completamente gratuita per i primi 500 iscritti. www.concorso.martelive.it

PRIMI CLASSIFICATI SEZIONI IN CONCORSO MArteLive 2017

MUSICA
TANGRAM

CIRCO
Filippo Brunetti

DANZA
Ocram Dance Movement

TEATRO
Rossella Pugliese

LETTERATURA
Alessia Natillo

CINEMA
Tommaso Pitta con “All the Pain in the World”

VIDEOCLIP
Daniele Peracchia con "CLAWS"

STREET ART
Riccardo Buonafede

PITTURA
Jingge Dong

VIDEOARTE
Martina Latini con “Brain Shock”

FOTOGRAFIA
Olmo Amato

ILLUSTRAZIONE
Gloria Belardinelli

GRAFICA
Guido Astolfi

SCULTURA
Alexandra Slava

MODA
Fabio Porliod

ARTIGIANATO
Evangeline De Sosa - Delvecollection

Venerdì, 15 Dicembre 2017 08:45

Golconda Arte nuovo Media Partner di MArteLive!

Recensione sugli artisti partecipanti con citazione dei vincitori per le sezioni Moda e Artigianato, recensione dedicata agli artisti partecipanti alla selezione finale delle sezioni di Artigianato e Moda considerati migliori dalla rivista.
Golconda Arte è un magazine online nato alla fine del 2013 con l’idea di promuovere in maniera dinamica, e costante la conoscenza dell’artigianato artistico e delle  arti applicate del passato e del presente  senza limiti cronologici né geografici.

Sabato, 02 Dicembre 2017 06:05

BiennaleMArteLive 2017

Fuori dagli schermi, dentro lo Spettacolo

Dal 5 al 10 dicembre in 60 location tra Roma e Lazio
Concerti in location improbabili, musica e street art nelle carceri, spettacoli di teatro, circo e danza, reading, incontri, mostre, opere di street art, arte di strada, videomapping e traversate funamboliche del Tevere

Tra gli ospiti speciali si segnalano

Vinicio Capossela, Finn Andrews of The Veils (UK), Andrea Loreni Il Funambolo, Orchestraccia, Kablam (Svezia), Electric Indigo (Austria), EOD (Norway) Angela Baraldi, Francesco Taskayali, Gio Evan, Lercio.it, Fatima Al Qadiri, la Compagnia Umberto Orsini, Ella e Pitr, The Winston e Marco Fasolo feat A.Ferrari (Verdena), Emidio Clementi e Corrado Nuccini

Torna la Biennale MArteLive con un’edizione senza precedenti che vedrà coinvolta nuovamente tutta la città di Roma e 10 città del Lazio per un evento unico dal 5 al 10 dicembre.

Per questa edizione il direttore artistico e ideatore del festival Peppe Casa si è concentrato sulla varietà e la qualità di un’offerta distribuita in maniera omogena su tutto il territorio regionale lavorando sull’effetto sorpresa con eventi suggestivi, unici e innovativi.

La BiennaleMArteLive sarà un’occasione di ricerca, scoperta, innovazione, esplorazione di nuovi mondi artistici e culturali attraverso centinaia di eventi distribuiti e diffusi.

La BiennaleMArteLive ha ricevuto il sostegno da parte del MiBACT che è il principale promotore ed è realizzata anche con il contributo della Regione  Lazio e ATCL – Associazione Teatrale dei Comuni del Lazio e il patrocinio di Roma Capitale.

La manifestazione è suddivisa in due fasi.

La prima fase si svolgerà il 5 e 6 dicembre in un unica location nel suo format storico al Planet Live Club con circa 400 artisti selezionati in tutta italia per oltre 2 anni e distribuiti nelle 16 sezioni artistiche che compongono l’evento e ospiti d’eccezione come l’Orchestraccia e Finn Andrews of The Veils (UK), Angela Baraldi.

La seconda fase – dal 7 al 10 dicembre – rappresenterà l’esplosione del format MArteLive su scala cittadina e regionale con decine di eventi off  raggruppati in numerosi progetti speciali che stupiranno il pubblico come la Traversata del Tevere del funambolo Andrea Loreni che per la prima volta nella storia di Roma attraverserà il tevere su un cavo lungo 135 metri circa e spesso 14 mm a  15 metri di altezza. La Traversata del Tevere è organizzata in partnership con TIM.

 Un’altra serie di eventi molto particolare è quella del progetto “Su:ggestiva” – musica pura per luoghi straordinari come la Biblioteca Angelica, l’Auditorium Mecenate, lo Stadio di Domiziano, il Castello Brancaccio di Roviano (RM), la Rocca dei Frangipane a Tolfa (RM).

Il teatro di qualità e la letteratura troveranno il loro spazio ideale grazie al progetto “Performativa” che prevede una serie di spettacoli realizzati in collaborazione con l’A.T.C.L. nei teatri di Civitavecchia, Viterbo, Rieti, Priverno che ospiteranno gli spettacoli della Compagnia Uberto Orsini, Compagnia Controcanto, ma anche in alcuni club della Capitale come l’Asino che vola e il MONK che ospiteranno gli spettacoli del poeta Gio Evan, del cantautore Leo Folgori, dello scrittore Luca Manoni e della redazione del giornale satirico Lercio che festeggierà i suoi primi 5 anni al Monk Club.

Le arti visive troveranno moltissimo spazio nella BiennaleMArteLive attraverso un progetto molto impegnativo come Open Gallery, manifestazione che coinvolge numerose gallerie della capitale, invitate a restare aperte in orario serale o a dare spazio ad un artista emergente: Dorothy Circus Gallery, Pio Monti Arte Contemporanea, Varsi, Parione9, Takeawaygallery, Galleria Moderni, Nero Gallery, TAG – Tevere Art Gallery, Montoro12 Contemporary Art, Fondazione con il Sud, Ashanti, Sacripante Gallery, Hybris Art Gallery, HOP – House of Photography, Acta International, Ex Galleria, Analemma Monti, Arte Monti Gallery, Zanon Gallery, Incinque Open Art Monti, The Room Studio.

Sempre sul fronte delle arti visive tra i protagonisti di questa edizione troveremo certamente la street art con il progetto Street art for Rights, il progetto finalizzato a mettere in evidenza messaggi socioculturali sui muri della città. Tra i protagonisti il duo francese ELLA & PITR, noto in tutto il mondo per le sue colossali opere distese su superfici panoramiche quali tetti e cortili. Per la Biennale MArtelive hanno anche firmato la campagna ufficiale di comunicazione, anticipando ma non svelando l’opera finale che realizzeranno per la prima volta in una piazza di Roma: Largo Perestrello, cuore del multietnico quadrante est della città. L’intervento è realizzato in collaborazione con l’associazione culturale Alice nel Paese della Marranella.

Per l’opera sul muro in via della Vasca Navale, in collaborazione con ATCL, arriveranno gli artisti valenciani TMX, MAN O MATIC, TONY ESPINAR E SHIFR, mentre il catalano SM172 firmerà la parete di LARGO Venue, punto di riferimento della vita notturna romana dove il 7 e l’8 dicembre si svolgerà “Respect is the strongest compliment”, l’evento internazionale musicale dedicato alle tematiche queer che vedrà alternarsi alla consolle famose dj internazionali come Fatima Al Qadiri dal Kuwait.

Saranno invece i muri della periferia di Corviale, quartiere tanto difficile quanto simbolico, ad ospitare le opere di due talentuose artiste del panorama italiano, proposte dal collettivo culturale Alinea: Libertà ed Elisa Muliere.

La Musica come sempre per MArteLive sarà una delle protagoniste principali ed oltre ad essere presente in più progetti speciali troverà ospiti di grande rilievo come Vinicio Capossela previsto il 7 dicembre all’auditorum conciliazione e Francesco Taskayali previsto il 9 dicembre all’Auditorium Parco della Musica. Attraverso il progetto Altrntv Music la sua massima espressione in questa edizione della Biennale con numerosi concerti di artisti significativi della nuova scena indie italiana come Gomma, Davide Shorty, Atrio, Kaufman, Lealed id it, Yombe, Odiens, Botanici,HalfaLib, Salvario, Acquamara, Ombre cinesi ma anche internazionali come lo statunitense Joyce Wrice.

L’esplosione di creatività della Biennale raggiungerà anche i detenuti del carcere di Rebibbia con il progetto speciale Larte non ha sbarre che prevede i concerti di Marco Conidi, Gianluca Secco, la performance della redazione di Lercio.it e la realizzazione di un’opera di street art a cura di Moby Dick.

Le Origini

L'Accademia trae origine dall' "Accademia di San Luca", nata sul finire del Cinquecento e divenuta sede pontificia per gli studi artistici. Era in quell'epoca, infatti, un prestigioso centro di ritrovo per gli artisti e contemporaneamente un modello didattico da imitare per analoghe istituzioni in via di sviluppo.
Con l'unità di Italia e con Roma capitale, si riscontra la necessità di avviare una riforma dell'istruzione artisitica che rispondesse alle esigenze del giovane stato italiano. Segue un lento processo che vede affermarsi tipologie didattiche orientate verso la ricerca culturale e verso la professionalità collegata allo sviluppo industriale ed artigianale. L'Accademia, prima prende il nome di "Regia Accademia di Belle Arti denominata di San Luca", poi "Istituto di Belle Arti" fino a definirsi secondo l'attuale versione "Accademia di Belle Arti di Roma".
Il complesso storico che la ospita in Via Ripetta, tradizionalmente chiamato "Il ferro di cavallo", fu costruito negli anni '40 dell'Ottocento come edficio di abitazione e fu adattato a sede dell'Accademia con l'aggiunta dei locali progettati appositamente per la Scuola Libera del Nudo.


Oggi

L'istituzione che per tradizione ha coltivato gli studi dell'arte, si trova ad affrontare una interessante fase di transizione, poiché è stata approvata una legge di riforma che prevede il passaggio al M.I.U.R. Per questo motivo, le seguenti informazioni relative alla didattica ed alle modalità di gestione, fanno ancora riferimento ai vecchi regolamenti e sono passibili di modifiche che saranno registrate in corso d'opera.
Oggi, comunque, la ricerca del sapere artistico si concretizza in un ampio programma di attività didattiche si teoriche che di laboratorio. Si preparano giovani che potranno diventare artisti, esperti d'arte ed operatori culturali nel vasto settore della comunicazione visiva e delle arti figurative. Il piano di studi offre un complesso di insegnamenti, complementari e fondamentali, che ruotano intorno alle "scuole" di Pittura, Decorazione, Scultura e Scenografia e una "Scuola Libera del Nudo". Sono inoltre attivi cinque corsi di sperimentazione.
L'Accademia di Belle Arti di Roma vive del prestigio acquisito grazie alle attività svolte dai maestri degli anni passati e rivolte a giovani di tutto il mondo.
Nell'ultimo decennio il numero degli studenti è salito fino a sfiorare le 2.000 unità.

In palio recensioni per i vincitori delle sezioni di Artigianato e Moda

#RomaCreArtigiana è il portale del “Saper Fare Artigiano, Creativo, Artistico ed Etno-Culturale romano e laziale”, la piattaforma Web creata dagli Artigiani, per gli Artigiani, la Città, le Imprese e il Turismo !

Mercoledì, 29 Novembre 2017 22:43

Bigup partner di MArteLive

Bigup si occupa della formazione circense sotto tanti punti di vista differenti. Tutti funzionali allo sviluppo della personalità creativa dei propri allievi e alla loro formazione rispetto la pratica delle discipline circensi, l’insegnamento e la performance. Il percorso di Circoteatro, in particolare, mira a conferire ai partecipanti gli strumenti e le capacità per  stare in scena con consapevolezza e costruirsi un bagaglio tecnico e creativo tale da consentire l’inizio di un percorso professionale.

 Premio BigUp, N. 1 borsa di studio dal valore di 1000€ al vincitore della sezione circo.

La borsa di studio dovrà garantire, ai vincitori, la partecipazione al percorso formativo di Circo
teatro (primo o secondo livello, in accordo tra il rappresentante di Bigup e il vincitore del premio)
Mercoledì, 29 Novembre 2017 22:38

Montana Colors partner di MArteLive

Tutti i marchi hanno un percorso e un record nella storia, oltre a una denominazione di origine che ne garantisce l'autenticità. La nostra è iniziata 22 anni fa a Barcellona, in un momento in cui, dopo il lancio del nostro primo prodotto spray, la parola si diffuse in tutta Europa.

Pagina 1 di 57

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.