"Troppo bassi per i podi" - La nuova release di gaLoni

gaLoni
Troppo bassi per i podi
[29Records] -[release 20.03.2014]

Undici tracce che osservano la realtà dall'alto dei tetti

Sarà il 20 marzo la data di uscita di "Troppo bassi per i podi", il nuovo progetto discografico di gaLoni, il cantautore romano che si presenta nuovamente al pubblico dopo l'ottimo esordio di Greenwich. Il disco, prodotto dalla 29Records e distribuito da MArteLabel/Goodfellas, si avvale della collaborazione e della produzione artistica di Emanuele Colandrea degli Eva Mon Amour.
L'uscita del disco sarà anticipata il 19 febbraio da un showcase al Circolo degli Artisti di Roma in cui sarà presentato "Carta da parati" il primo singolo estratto dall'album.
gaLoni ci presenta undici tracce inedite, scritte in questi ultimi due anni e che riprendono un discorso iniziato con il disco di debutto. Si tratta di storie quotidiane con al centro dei protagonisti che, questa volta, non tentano di spostare il meridiano zero come nel primo album ma camminano sui tetti. Stanno lì che osservano, a metà strada tra l'asfalto e l'instabilità che esso incarna, ed un'altezza irreale e impossibile, dove poter spendere ancora del tempo a studiare i trucchi del volo e sperare in una condizione sociale migliore.
gaLoni ricerca ed esprime un realismo magico di Provincia, dove alla rassegnazione alla consuetudine si contrappongono massicce dosi di follia e di surrealismo, che riescono a rendere la quotidianità indolore e a trasformarla in qualche straccio di futuro.

CREDITI:
Scritto da Emanuele Galoni
Musica: Emanuele Galoni – Emanuele Colandrea
Registrato al 29Lab di Giulianello di Cori (LT) nel 2013
Mixato al PLAY REC di Roma da Fabio Fraschini e Emanuele Colandrea
Masterizzato al REFERENCE STUDIO di Roma da Fabrizio De Carolis

Emanuele Galoni - voce, chitarra acustica
Emanuele Colandrea - batteria, strumenti a corda, armonica, cori, tastiere, glockenspiel
Valerio Manelfi - basso acustico
gallojpeg
Hanno partecipato
Lorenzo Mancini – contrabbasso
Carmine Pagano – trombone&tuba,
Simone Nanni - tromba,
Andrea Ruggiero - violino
Erika - coretti

Pubblicato da 29RECORDS
Booking Katabumba concerti
Idea grafica – Galoni , Colandrea
Realizzazione - Raffaello Sciarretta
Disegni - Matteo Pirocco

BIOGRAFIA
gaLoni è il cognome/nome d'arte di Emanuele Galoni, classe 1981, cantautore della provincia di Latina ma da sempre attivo a Roma. Il suo album d'esordio è Greenwich, uscito nel 2011 per l'etichetta 29Records [EvaMonAmour, Sprained Cookies, Il Dono]. Il disco si avvale della collaborazione di Emanuele Colandrea che ne ha curato la produzione artistica.
Il passaparola sui media ha alzato l'attenzione intorno a questo progetto portando gaLoni ad esibirsi in molti club della penisola. Dopo un lungo tour gaLoni è rientrato in studio per un secondo album, di nuovo con la produzione artistica di Colandrea, un disco che vede la collaborazione di molti musicisti tra cui quella di Valerio Manelfi (degli Area 765) al basso.

LINK UTILI
www.galoni.it
www.facebook.com/emanuelegaLoni
www.youtube.com/user/emanuelegaloni

Dicono di "Greenwich", primo album di gaLoni

Extra Music Magazine – Martina Consoli
Nell'ambito della vacuità musicale che ci circonda non possiamo che ringraziare tutti quegli artisti che si rifiutano di seguirla e sono altresì ben disposti ad offrirci la loro sensibilità. Eccone uno di loro che corrisponde al nome del cantautore Galoni ed al suo album di debutto "Greenwich". [...] Grande prova di abilità e aggiungiamoci anche grande coraggio in questo cantautore debuttante, nell'essere riuscito ad affrontare delle tematiche così delicate e controverse ed allo stesso tempo a farsi portavoce del senso di inquietudine e di paura che affligge la nostra odierna società.

L'Isola che non c'era – Veronica Eracleo
Greenwich è un ritratto dell'Italia, duro, puro e senza mezzi termini. È un quadro frutto delle tessere che compongono il puzzle della vita di tutti i giorni, raccontata da un osservatore attento ai minimi dettagli. [...]Ci troviamo di fronte ad un grande disco d'esordio e ad un cantautore italiano da tenere d'occhio e a cui prestare tutta la propria attenzione.
Da ascoltare assolutamente.

What's Up Magazine – Luisa Foti
In atmosfere intimiste, colorate da sonorità folk-rock, GaLoni ci racconta di un'Italia ancora "non desta" e delle difficoltà di affrontare una condizione precaria dell'essere. [...] Godetevi il cd di questo giovane artista/autore: le parole e le storie camminano morbide con chitarra e armonica e di tanto in tanto, la base di un pianoforte. E chissà, forse un giorno, ce lo ritroveremo a raccontare le sue storie su un grande palcoscenico, le storie che arrivano dalla provincia che non rinuncia a raccontare e che, a differenza della metropoli, rallenta per osservare.

Musicenology.com
Il progetto di gaLoni è racchiuso in un disco che si ascolta bene e si lascia ascoltare ancor meglio. la musica fa da contorno ai testi e passo dopo passo si toccano quei temi caldi che oggi fanno di un cantautore un cavaliere alla ricerca del santo Graal... [...]Si ascolta, si impara una strofa e la si canta con lui. Poi dal vivo il duo spacca e fa pensare che forse di rock si può ancora parlare tra le emozioni delle parole e la dolcezza dell'armonica. In fondo quel meridiano si può spostare ogni volta che si vuole, anche con un calcio al pallone.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.