Martedì, 22 Febbraio 2011 15:20

ScuderieMArteLive alla Locanda Atlantide

Tornano le ScuderieMArteLive alla Locanda Atlantide: domenica 27 febbraio nello storico locale di San Lorenzo a Roma (via dei Lucani, 22), si daranno il cambio 4 dei migliori artisti e gruppi che in questi anni hanno partecipato al concorso MArteLive. 

Pubblicato in LFM Lazio

MArtelive è nel volume "RomaCreativa", un progetto della Provincia di Roma.

La Provincia di Roma, dopo la Giornata della Creatività e la pubblicazione del volume “RomaCreativa”, presenta il sito www.romacreativa.com, magazine on line e social network nato per dare visibilità ai protagonisti della creatività romana. Vi aspettiamo il 24 febbraio alle ore 18.00 all’Acquario Romano, Piazza Manfredo Fanti 47, per scoprire insieme questo strumento pensato per chi fa e vive la creatività nell’area metropolitana romana.

Giovedì 24 febbraio
ore 18:00 - Acquario Romano
Piazza M.Fanti 47 - Roma 

Pubblicato in News Partner
Giovedì, 17 Febbraio 2011 13:25

“UnPalcoPerTutti”: terza serata di febbraio

Proseguono il 23 febbraio al Contestaccio (via di Monte Testaccio 65/b) le selezioni per il concorso MArteLive, la rassegna che dà spazio e visibilità a migliaia di giovani artisti da tutta Italia.

Pubblicato in LFM Lazio

CLUB TENCO E MEI PER LA NUOVA CANZONE D’AUTORE CON ALA BIANCA

PARTNER: RADIO2, RAISER, ROCKOL.IT



Nuove date per “La leva cantautorale degli anni Zero”, che vede due realtà importanti ed eterogenee del settore musicale, Club Tenco e Meeting degli Indipendenti, coalizzate per un progetto di valorizzazione della nuova canzone d'autore. Una grande novità che ha preso avvio con un doppio album pubblicato il 9 novembre da Ala Bianca Group e distribuito da Warner e che include 36 artisti scelti fra i più rappresentativi della nuova ondata cantautorale.

Un'iniziativa che va anche al di là dell'aspetto strettamente artistico in quanto testimonianza e racconto del difficile momento sociale e culturale del nostro Paese e che anche per questo sta suscitando un vasto interesse.

 

Di grande importanza la parte live del progetto, avviata nelle recenti edizioni del Premio Tenco e del Mei e proseguita con date alla Salumeria della Musica di Milano (nell'ambito di Rockfiles, la trasmissione di Ezio Guaitamacchi su Radiolifegate), alla Casa 139 di Milano, al The Place di Roma, al FolkClub di Torino e con una serata dal vivo su Radio2.

I prossimi appuntamenti sono previsti il 12 febbraio nell'ambito del Premio Bindi (edizione “Winter”) al Covo di Nordest di Santa Margherita Ligure con Banda Elastica Pellizza, Giovanni Block, Roberta Carrieri, Giorgia Del Mese, Zibba, ed il 18 febbraio in diretta dall'auditorium di Milano di Radio Popolare con Amor Fou, Banda Elastica Pellizza e Alessio Lega.

 

Si proseguirà poi con una serie di presentazioni nei punti Fnac e con altri appuntamenti dal vivo fino alla prossima estate, curati dall'agenzia Raiser, partner della “La leva cantautorale degli anni Zero” insieme a Radio2, che segue gli artisti nei propri programmi, e Rockol.it, a cui è stato affidato il sito ufficiale dell'iniziativa, visitabile all'indirizzo www.rockol.it/la-leva-cantautorale dove è possibile ascoltare in streaming i 36 brani del doppio album.

 

Gli artisti scelti per la “Leva” sono: Amor Fou, Andhira, Beatrice Antolini, Banda Elastica Pellizza, Bastian Contrario, Giovanni Block, Brunori Sas, Roberta Carrieri, Matteo Castellano, Cordepazze, Giorgia Del Mese, Denise, Dente, Roberta Di Lorenzo, Farabrutto, Giancarlo Frigieri, Dino Fumaretto, Giua, Ettore Giuradei, Granturismo, Alessandro Orlando Graziano, Simona Gretchen, Jang Senato, Samuel Katarro, Patrizia Laquidara, Alessio Lega, Maler, Mannarino, Mariposa, Erica Mou, Nobraino, Petrina, Piji, Giuseppe Righini, Paolo Simoni, Zibba. Una selezione ovviamente non esaustiva, ma certamente rappresentativa dei molti modi di fare canzoni d'autore in Italia, da quelli più innovativi a quelli più legati alla tradizione.

Il progetto, a cura di Enrico Deregibus, si avvale della produzione artistica di Enrico de Angelis e Giordano Sangiorgi, la produzione esecutiva di Toni Verona.

Oltre ai promotori e ai partner hanno sino ad ora aderito all'iniziativa FolkClub, MarteLive, Rockfiles, Premio Bindi, The Place, Dallo sciamano allo showman, Associazione Bianca D'Aponte, La Mela di Newton, Mescalina.it . Il progetto è aperto ad ulteriori adesioni.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.rockol.it/la-leva-cantautorale

 

 

Pubblicato in News Partner
Venerdì, 04 Febbraio 2011 17:02

Peppe Voltarelli Live@Stazione Birra

Stazione Birra riapre la sua programmazione alla rassegna “i Colori della Musica”, giunta ormai al suo quinto appuntamento: sul palco del noto live club romano prende vita, ancora una volta, la creazione artistica Live, la fusione di arti che si incontrano e comunicano interattivamente.

La sinestesia accade di nuovo, grazie all’incontro tra la musica di grandi artisti della scena folk/ rock italiana e le immagini e i colori di differenti pittori romani. L’opera iniziata i primi di novembre assume pian piano la sua forma, definisce la sua direzione, segnata dalla connessione che durante le serate gli artisti e il pubblico hanno condiviso. Un’esperienza coinvolgente, infatti, anche per chi l’arte la esperisce come spettatore, poiché nell’assistere alla sua creazione ne diventa egli stesso parte integrante.

La tela, che vedrà il suo compimento l’ultima sera della Rassegna, sarà dunque la testimonianza e la sintesi di un percorso di emozioni, suoni, sensazioni, immagini e colori tracciato dalla musica e la pittura di Banda Elastica Pellizza e la Scuola Romana dei Fumetti, The Gang e Alejandra Daniella, Ex Feat. Luca Morino (Mau Mau) , Camomilla Isterica e Romina Aymino, Peppe Voltarelli e Augusto Zoppi.

Coinvolti nella diffusione di questo progetto, anche numerose strutture che fervidamente sostengono il cantautorato italiano e le forme di espressione artistica visiva, come i locale N’importe Quoi e il Keaton Pub, le scuole di musica Nomos e Musica Incontro, la Scuola Romana di Fumetti, l’associazione Cantes - Cantautori equo sostenibili.

 

Giovedì 10 febbraio 2011, ore 21:00

Peppe Voltarelli in concerto

Cantautore, musicista e attore calabrese, fondatore e frontman per quindici anni della band “Il Parto delle nuvole pesanti”, Peppe Voltarelli porterà, il 10 febbraio 2011 sul palco di Stazione Birra il suo nuovo disco “Ultima Notte a Malà Strana”. Una serata in cui la chitarra di Finaz (Bandabardot), le percussioni di Paolo Baglioni e la voce di Voltarelli raccontano l’italianità, l’appartenenza, l’emigrazione, l’identità e la differenza; attraverso l’italiano e il dialetto calabrese, che Voltarelli trasgredisce, cambia, e ri-adatta trasformandolo nella parlata dei contadini urbanizzati e dei montanari scesi alla marina. Un viaggio di musica d’autore che unisce protesta e denuncia politica all’ironia. Un viaggio di incanto e dis-incanto, guidati dalla musica e dalle parole di un sorprendente “cantastorie” calabrese.

www.peppevoltarelli.it

http://www.myspace.com/peppevoltarelli

 

 

Durante il concerto, anche il racconto per colori e immagini di Augusto Zoppi, pittore autodidatta, che con la sua formazione scevra di impronte accademiche e scolastiche, apprende l’arte della “rappresentazione” attraverso le realtà che lo circondano e dalla verità palese delle cose. Un’anima vagante, attenta e osservatrice, immersa nel vortice del reale che il 10 febbraio, sul palco di Stazione Birra, incontrerà e si misurerà con il carisma indiscusso di Peppe Voltarelli.

 

 

Giovedì 10 febbraio, ore 21.00

Ingresso : Intero 10€

Info e prenotazioni:

Stazione Birra

Via Placanica 172, Ciampino (Roma)

Tel: 06.79845959.

Web : http://www.stazionebirra.biz

 

Peppe Voltarelli Biografia

Peppe Voltarelli Cosenza 1969 Vivente Cantante autore di canzoni nel 1988 si trasferisce a bologna dove si laurea in dams con una tesi sul rap italiano fondatore e frontman per quindici anni del gruppo il parto delle nuvole pesanti con cui realizza sette dischi collabora con musicisti come teresa de sio claudio lolli davide van de sfroos roy paci carlo muratori ettore castagna antonello ricci amy denio giancarlo onorato artista poliedrico e versatile con incursioni nel cinema e nel teatro voltarelli fonda a bologna emir ente musicisti italiani rilassati organo indipendente di autori e agitatori culturali realizza un recital sulla vita di domenico modugno dal titolo voleva fare l'artista collabora con giancarlo e fulvio cauteruccio della compagnia taetrale krypton per la quale cura le musiche dell'opera roccu u stortu e con giuseppe gagliardi nel cinema con il quale realizza doichlanda documentario sugli italiani in germania francesco suriano giampaolo spinato per la letteratura teatrale partecipa ad importanti rassegne come il premio tenco il premio ciampi premio salvo randone il primo maggio in piazza san giovanni a roma all'attivo tanti viaggi turn.. all'estero tra cui irak repubblica ceca austria usa spagna svizzera e germania cittadino onorario di castiglione cosentino cs riceve riconoscimenti per l'impegno pacifista nella musica A gennaio del 2006 esce dal gruppo e inizia la sua carriera solista ha collaborato con: Marco Messina Alessandro "Finaz" Finazzo cristian Lisi Raffaele Brancati Gennaro De Rosa Pasquale Morgante Mustafa ..engi.. Les Anarchistes Raul Colosimo Franco Cristaldi.

Fonte: www.peppevoltarelli.it

Pubblicato in News Partner

Martedì 15 e mercoledì 16 febbraio 2011, alle ore 21:00, “STORIA DI UN IMPIEGATO” di Fabrizio De André va in scena a Roma, in zona S. Giovanni, ospite del TEATRO LO SPAZIO.

Scritto da Enrico Di Fabio per la regia di Fabrizio Catarci, il concept Album di Fabrizio De André, pubblicato nel 1973,  viene proposto al pubblico in forma di musical: i personaggi di De André prendono vita in uno spettacolo in cui la prosa si intreccia al canto e alla musica interamente eseguiti dal vivo, in una trama convincente e  piena di energia.

“STORIA DI UN IMPIEGATO” è la storia di Antonio, il figlio “perbene” di una famiglia piccolo borghese che, agli inizi degli anni ’70, decide di opporsi al sistema che l'ha ridotto simile a un robot.  Vuole spezzare le sue catene, diventare capace di provvedere a se stesso e  di pensare con la propria testa.

Decide, allora, di unirsi alla lotta contro il potere degli studenti e degli operai. Conosce Giacomo (il Bombarolo) ed altri amici, “il popolo degli impiegati”, quelli che lui crede essere nelle sue stesse condizioni ma che lo abbandoneranno nel momento dell’azione: in fondo, a loro, il mondo sta bene così com’è.

Senza troppe pianificazioni, Antonio si prende il suo potere: le parole di De André risuonano potenti nella sua mente, gli danno la forza di affrancarsi, cantano il suo tormento: “Intellettuali di oggi/ idioti di domani/ ridatemi il cervello che basta alle mie mani/ profeti molto acrobati della rivoluzione/ oggi farò da me senza lezione”. L’impiegato si costruisce una bomba con l’intenzione di colpire il  Parlamento: ma non ci riuscirà e non ci saranno vittime. Arrestato e chiuso in cella ha tutto il tempo per ripensare a quanto ha fatto,  e scoprire che la violenza non è il mezzo giusto per realizzare se stesso e il suo sogno di una società migliore: è necessario inventare nuove soluzioni ed essere “insieme”.

 

L’uomo che descrive De André, sommerso da ideali altrui, cerca di capire qual è il suo, al di fuori dei movimenti sociali e politici del tempo. Cerca disperatamente di capire come essere libero, come autodeterminarsi in un mondo di preconcetti, di colori netti, di bianco nero e rosso, di strade sicure perché già praticate da altri prima di lui.

Da una prospettiva più ampia, che è quella che solo l’arte può offrire, la commedia musicale di Di Fabio e Catarci può essere vista come un pretesto per raccontare la storia di ogni giovane che cerca la sua strada per realizzare se stesso come persona umana, correndo dei rischi e pagando “un prezzo”. Forse, la storia di molti di noi.


Ufficio Stampa: Cinzia Di Bari – 393 6061488 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

“STORIA DI UN IMPIEGATO” di Fabrizio De André

Testo di Enrico Di Fabio. Regia di Fabrizio Catarci

15 & 16 febbraio 2011, ore 21:00 Teatro “Lo Spazio”, Via Locri, 44 - Roma

Info e Prenotazioni: 328 5648796, 06 77204149

Ingresso: 10€

www.teatrolospazio.it, www.facebook.com/fabrizio.catarci

Pubblicato in News Partner
Lunedì, 31 Gennaio 2011 19:14

Il Paese che vorrei

Sabato 5 febbraio 2011 dalle ore 20 30 alle 22 30 il coordinamento provinciale di Libera Roma organizza presso il circolo Arci Rising Love un incontro dal titolo "Il paese che vorrei.

Costruzione di un immaginario antimafia". Laformazione di una cultura della legalità e antimafia passa anche attraverso la
creazione di prodotti culturali che veicolino questi valori. Arte, musica, libri, serate eventi creano modelli di riferimento e un immaginario in cui
riconoscersi. Cosa stiamo facendo per creare, comunicare e diffondere questi nuovi prodotti culturali responsabili, antimafia e contro la corruzione sarà oggetto della conversazione che si terrà prima del concerto della Med Free Orkestra. Ne parliamo con Davide Mattiello dell'Ufficio di Presidenza di Libera, Andrea Satta, cantante dei Tete de Bois, Danilo Grossi, Responsabile Musicale MArte live e Marte Label, Andrea Capalti, Presidente della Consulta Provinciale Studentesca, Federico Gennari, Gioventù Attiva, Gianluca Palma, Rete dei gruppi locali e l' associazione Da Sud, presenta Ferdinando Secchi, referente Libera Roma. Sono invitati tutti i produttori e i fruitori di cultura antimafia. Sarà allestita la mostra di Alessandro de Fini, "Uno sguardo LIBERA emozioni". Segue il concerto della Med Free Orkestra. L’orchestra, nata nel
quartiere Testaccio di Roma, composta da 14 musicisti provenienti da diversi Paesi del Mondo (Senegal, Grecia, Argentina, Ucraina)  vi coinvolgerà in un’ esperienza musicale ricca di influenze mediterranee, jazz, afrocubane, reggae, klezmer ebraico-sefardite e balcaniche. Durante il “Road Concert” si alterneranno molti ospiti e tante inedite sorprese, tra cui Andrea Satta voce dei Tetes de Bois, Nando Citarella, Ernesto Bassignano (conduttore Radio Rai 1 “Ho perso il Trend”) e Vincenzo Ostuni (Poeta). La serata si concluderà con un Djset degli Int3rcity Slow Mood Dj Alessandro Riviello.
Ingresso libero con tessera arci fino alle 22:00(Dalle 22:00 5 euro + tessera Arci 2011)

Questo è il link dell'evento su FB
http://www.facebook.com/event.php?eid=147640741960423

Pubblicato in News Partner
Venerdì, 28 Gennaio 2011 14:00

(A)Roma in Barattoli

Siete stanchi delle solite delle solite convocazioni? Allora venitedomenica 30 gennaio, ore 20.00 alla Riunione di Condominio – via deiluceri, 13– zona San Lorenzo - Tra zitelle con il battipanni, scapoliincalliti, famiglie con il cane rompipalle e festini universitari; alpiano terra del palazzo, ne vedrete delle belle!

Pubblicato in LFM Lazio
Venerdì, 28 Gennaio 2011 13:33

“COOPERANTI” di Renato Giugliano

Dalla caduta del regime alle “nuove” cooperative. Il lungo cammino di chi, partito per cambiare il mondo, ha trovato se stesso
regia e sceneggiatura di Renato Giugliano, soggetto di Roberto Pizzi

Pubblicato in News Partner
Martedì, 25 Gennaio 2011 18:12

Perturbazione: non è tempo rubato

[MUSICA]

640_Perturbazione_0131ROMA- Il 15 gennaio scorso il Circolo degli Artisti ha ospitato una delle poche piacevoli variazioni meteorologiche portate dall’inverno: i Perturbazione, il cui nuovo singolo “Buongiorno buona fortuna” – tratto dall’ultimo lavoro Del nostro tempo rubato (2010) – sta riscuotendo un enorme successo di pubblico, si sono esibiti sul palco del rock club romano regalando al numeroso pubblico accorso un live allo stesso tempo emotivo e coinvolgente.

Pubblicato in News
Pagina 8 di 160
Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.